Per migliorare la fruizione di questo sito web vengono utilizzati dei cookies. Proseguendo nella navigazione si presta il consenso all'uso dei cookies.

per saperne di più fai click sul link privacy policy

Terracina conserva gelosamente le straordinarie testimonianze della sua storia, un patrimonio a completa disposizione del turista colto e curioso. Il suo nome originario è  Anxur, nome di Giove fanciullo, la divinità protettrice della città, venerata sulla vetta del monte che domina l'abitato, l'antico mons Neptunius oggi Monte S. Angelo. Quì sorge il Tempio di Giove Anxur, costruito in epoca romana, è una grande area sacra sull'originario tracciato della via Appia, la Regina delle strade romane, che attraversava il nodo strategico e militare di Terracina.

Diventato  negli anni il simbo­lo della città dal 2000 è tutelato come monumento naturale. Il mito di fondazione della città narra di un gruppo di naviganti Spartani che, fuggiti dalla loro patria in cerca di nuovi territori, approdarono sulle coste del Tirreno e fondarono un villaggio. I ritrovamenti più antichi nel territorio si riferiscono, invece, a materiali preistorici rinvenuti nella Caverna della Catena al Pisco Montano. Di certo la cittadina fu possedimento etrusco, roccaforte dei volsci e poi centro di villeggiatura romana. Della Terracina romana resta il tempio di Giove Anxur, le sottostanti mura dell'acropoli, parti del Capitolium, la pavimentazione augustea della piazza del Municipio e i resti del teatro e del porto. Nel Medioevo vennero eretti il Duomo, che conserva evidenti tracce del tempio pagano su cui fu innalzato, palazzo Venditti e la Torre Frumentaria, che ospita oggi il Museo archeologico. Terracina, nella sua lunga storia, ha accumulato e conservato pregevoli opere d'arte di diverse epoche, tanto da essere considerata un vero e proprio "Museo a cielo aperto".

Oggi la città si presenta suddivisa in un Centro Storico Alto, l'antico centro cittadino con l'acropoli, sviluppatasi ulteriormente in epoca medioevale, e in un Centro Storico Basso, frutto di una prima espansione in epoca romana e di una seconda espansione avvenuta principalmente in seguito alla bonifica delle paludi pontine da parte di papa Pio VI prima e di Mussolini in seguito.

VISITE GUIDATE

ASSOCIAZIONE PRO LOCO TERRACINA Via La Neve, 13 04019 Terracina (LT) Cod.Fisc. 91099570599